Ringraziamenti

0

I ringraziamenti son sempre la parte più difficile. La gratitudine è un valore che ho appreso da poco tempo e ancora ci sto lavorando, quindi nessuno si senta offeso se si dovesse trovare in fondo alla lista!

Vorrei ringraziare prima di tutto Daniele, un carissimo amico. Con lui ho condiviso tanto e grazie a lui conosco tutti i locali notturni di Torino. Ma soprattutto grazie a lui ho potuto creare questo blog. Grazie anche a Olly, che ci ha sopportato durante tutte le nostre serate brave.

Ringrazio Alessandra, Alberto, Samuele, Janfo, Giacomo, Marco, Enrico e tutti gli amici del mio paese che in un modo o nell’altro mi hanno fatto capire quanto mi siano vicini nonostante gli infiniti chilometri che ci separano. Durante questo viaggio ho raccontato diversi aneddoti riguardo le nostre piccole avventure. Spesso vi ho portato con me e immaginato cosa avreste fatto o detto voi in determinate situazioni. Penso che vi porterò ovunque io vada.

Grazie agli amici di Genova. Grazie ancora per tutto quello che mi avete fatto vivere in tre anni. Vi sarò sempre grato per tutto quello che mi avete insegnato.

Grazie a Giorgio, Francesca e Claudia, che non hanno bisogno di particolari ringraziamenti o lusinghe. Con loro non servono le parole ma basta il linguaggio dell’amicizia. Quella vera.

Grazie a tutta la mia famiglia, che a mala pena sa in che parte del mondo sia in questo momento ma in fin dei conti non gli è mai importato tanto. L’importante è sempre stato farmi capire quanto siano disposti ad aiutarmi in qualsiasi momento. Grazie per darmi questa sicurezza.

Un infinito grazie a tutti quelli che tramite questo blog, email e facebook mi hanno sostenuto. Grazie di aver creduto in me senza troppi preconcetti. Un grazie infinito soprattutto per tutte le donazioni.

Un ringraziamento particolare al piccolo grande Neves e a sua mamma che mi hanno seguito con grande entusiasmo dall’inizio alla fine di questo mio viaggio facendomi sentire una sorta di super eroe!

Grazie anche a tutte le persone che mi hanno ospitato attraverso il sito Warmshowers e/o Couchsurfing e a tutti quelli che mi hanno offerto ospitalità in svariati modi.

Un grazie a tutte le persone incontrate durante questi sette mesi e soprattutto un grazie enorme a questa enorme terra.

Grazie a Bruna, la mia bici, per esser stata una perfetta compagna di viaggio.

Grazie a Bruna, mia madre, per avermi dato il coraggio.

 

 

 

Rispondi